WEINIG CombiPact: Flessibilità per profili verticali e orizzontali

Impianti per pezzi corti WEINIG

Con questo impianto di utilizzo universale potrete svolgere qualsiasi compito in modo rapido e con la massima qualità. Giunti verticali, positivo-negativo, con spalletta alternata o mezza spalletta: tutto è possibile!

Una caratteristica straordinaria di CombiPact è l’unità con doppia fresa. Lo sviluppo con due frese contrapposte comporta una particolare potenza ed un'elevata velocità. Il collegamento di entrambi i gruppi fresa attraverso un corpo centrale rende l'impianto molto compatto stabile. La struttura a basse vibrazioni garantisce risultati eccezionali.


Questo è ciò che offrono gli impianti WEINIG per la giunzione a pettine di pezzi corti

Questo è ciò che offre WEINIG CombiPact

  • Regolatore di frequenza avanzamento piano fresa (servo opzionale)
  • Impianto completamente automatizzato per alte prestazioni
  • Fresa combinata dalla struttura compatta
  • Impianto universale per tutti i tipi di giunzione
  • Si possono utilizzare quasi tutti i tipi di colla
  • Controllo delle quantità e dell'applicazione della colla (opzionale)
  • Potenza massima lavorazione fino a 150 pezzi/minuto
  • Potenza della pressa con pressatura sul lato anteriore fino a 12 cicli/min
  • Comando, funzioni statistiche e diagnostica eseguibili tramite Touchpanel
  • Incluso Teleservice (manutenzione remota) per una migliore assistenza alla clientela

Buono a sapersi

La giunzione verticale

Profilo verticale

La giunzione verticale è il sistema di accoppiamento più utilizzato al mondo. Offre le massime prestazioni per un impianto di giunzione a pettine a pacchetto. I profili verticali si utilizzano principalmente per il legname da costruzione, ma anche per la realizzazione di finestre e telai. Possiede la superficie di incollaggio ampia e realizza quindi i giunti a pettine più stabili.

La giunzione orizzontale con WEINIG CombiPact

Il profilo positivo-negativo è il secondo profilo per frese combinate, dato che l'impianto deve essere dotato solo di 3 truciolatori invece che 4 e che il giunto ottenuto è visivamente pregevole.
Il profilo trapezoidale è detto anche "profilo americano" a causa della sua origine e del fatto che ha di solito una lunghezza di 1/4 di pollice.

La giunzione orizzontale si utilizza principalmente per la realizzazione di mobili. I profili a spalla permettono di ottenere liste tipo parquet, dato che hanno solo giunti dritti.

La giunzione orizzontale con WEINIG CombiPact (speciale)

La giunzione a spalla mezza può essere realizzata su impianti manuali o completamente automatici.
Il profilo a spalla alternata si utilizza normalmente negli impianti più semplici dove talvolta non è presente un truciolatore.

Entrambi questi profili orizzontali sono profili speciali e sono raramente utilizzati per la combinazione ProfiJoint, dato che sono vantaggiosi principalmente solo per frese singole.
La giunzione a spalla mezza può essere realizzata su impianti manuali o completamente automatici.
Il profilo a spalla alternata si utilizza normalmente negli impianti più semplici dove talvolta non è presente un truciolatore.

Referenze

Menu per gli amanti della tecnologia

Beste Stimmung in Moskau: WEINIG Vertriebsvorstand Gregor Baumbusch (rechts) und Angara Plus Geschäftsführer Vladimir Kashishin (2. v. l.) freuen sich mit dem Team über die Fortschritte des Projekts

Angara Plus dell'azienda siberiana Bratsk realizza prodotti per mobili in legno massello in grande stile. Recentemente è stata messa in funzione la nuova linea completamente automatica. WEINIG Concept ha studiato quindi una soluzione specifica per questo cliente.

Il mercato del legno in Russia ha spesso requisiti complessi. Per la realizzazione di impianti industriali sono necessari partner in grado di affrontare la gestione della progettazione. WEINIG Concept è uno specialista qualificato con un'ottima fama a livello mondiale. Un elemento da non sottovalutare anche per Angara Plus. Dopo la positiva esperienza dell'azienda con la linea di produzione di pannelli in legno completamene automatizzata acquistata nel 2013, WEINIG si è confermata come la prima scelta anche quando si è trattato di estendere la dotazione con una linea per prodotti con giunzione a pettine. La richiesta si è incentrata su un processo completo, che andasse dal controllo dell'umidità del legno all'impilatura, passando per la troncatura degli errori, il taglio di lunghezze fisse, la giunzione a pettine e l'incollaggio a blocchi. Il fornitore completo WEINIG è stato in grado di presentare una soluzione convincente. Sono stati quindi integrati diversi prodotti tra cui la sega per ottimizzazione OptiCut 450 Quantum, il sistema di scansione EasyScan+ 200 C e due scorniciatrici particolarmente potenti. Il cuore della linea è rappresentato principalmente dal sistema di giunzione a pettine per legni corti Turbo-S1000 con una resa di 200 pezzi al minuto. La fase di processo si completa con una pressa ad alta frequenza del tipo ProfiPress C 6100 L. Ovviamente anche l'automazione completa è fornita dal gruppo WEINIG. L'impianto viene sfruttato per 300 giornate di produzione l'anno. Per garantire la massima disponibilità della macchina, la linea è stata dotata di un sistema di controllo da remoto. In questo modo i tecnici WEINIG possono fornire assistenza, senza doversi recare in loco.

Foto: Ottimo clima a Mosca: il Presidente del Consiglio di Amministrazione Gregor Baumbusch (a destra) e l'Amministratore di Angara Plus Vladimir Kashishin (2° da sinistra) si congratulano con il team per i progressi del progetto

Fonte: Holz-Zentralblatt

Resa senza compromessi

Hand drauf: Für Jani Oikari sind Geschäfte nicht zuletzt Vertrauenssache

Non esistono cornici o rivestimenti per pareti che l'azienda finlandese Maler, di Ylivieska, non sappia realizzare. Per mettere d'accordo varietà di prodotti, qualità e prezzo, si investe nel nuovo sistema di giunzione a pettine Turbo-S 1000 di WEINIG.

Un sistema di giunzione a pettine permette di nobilitare anche materiali di qualità inferiore. Jani Oikari, amministratore di Maler, ne è stato sicuro fin dall'inizio: "la giunzione a pettine è la chiave di una produzione efficiente." Ha quindi investito in una Turbo-S 1000 equipaggiata con diverse opzioni specifiche. Vista una pluriennale e positiva esperienza, si è rivolto a WEINIG e alla rappresentanza finlandese Penope di Lahti. "Quando si mette mano a una somma di questo tipo, si vuol essere certi di raggiungere la capacità produttiva desiderata", conferma il dirigente. Vista la crescita continua e costante, valeva la pena mantenere rifornito il magazzino di 12.000 m2 e riuscire al contempo a rispondere rapidamente e in modo conveniente a richieste speciali. Maler serve sia il mercato delle costruzioni, sia l'industria e deve quindi rispondere ai più alti requisiti in termini di quantità, velocità di consegna, qualità e resistenza.

Grazie al nuovo impianto è possibile rettificare pezzi corti talvolta con tagli decorativi con una precisione millimetrica e con taglio a pacchetto sul lato anteriore e trasportarli alla stazione di fresatura o all'incollaggio. Grazie al sistema WEINIG Trimsaver con due sistemi laser di misurazione della distanza è possibile riconoscere e rettificare i pezzi con tagli obliqui. Grazie a un aggiornamento questi componenti possono essere addirittura esclusi in fase di selezione – con retromarcia del nastro. Questo comporta l'eliminazione delle giunzioni aperte e un maggior risparmio di legno. I pezzi smussati saranno centrati a ogni passaggio del nastro in modo che non rimangano pezzi non lavorati. Maler utilizza consapevolmente questa risorsa per i profili in cui quest'area deve comunque essere eliminata. Il produttore può così trarre il massimo dalle proprie materie prime. "Abbiamo suggerito a Maler una giunzione a 7 mm, per escludere quasi totalmente le lesioni", sottolinea l'esperto WEINIG Dirk Bartens. Il risultato ha convito pienamente il cliente. Jani Oikari è colpito dalla qualità elevata costante delle giunture.

Foto: Di prima mano: per Jani Oikari gli affari sono anche una questione di fiducia

Fonte: Holzkurier

Settore dall'enorme potenziale

WIN-WIN-Situation für Lieferant und Kunde: Manfred Ness von WEINIG (rechts) mit Tricor-Projektleiter Maik Christmann

La parola "enorme" rende veramente giustizia alla produzione dell'azienda tedesca Tricor Packaging & Logistics AG di Eppishausen. Ogni ora in questo stabilimento si realizzano circa 360 pallet per uso interno utilizzando un impianto WEINIG completamente automatizzato.

Il trasporto merci è uno dei mercati in crescita più importanti a livello globale. Questa situazione si riflette positivamente anche sui produttori di imballaggi in legno. Uno dei principali rappresentanti del settore è Tricor, azienda leader sul mercato europeo degli imballaggi in cartone ondulato pesante. I clienti arrivano prevalentemente dal settore automobilistico e delle costruzioni meccaniche, dell'elettronica e delle tecnologie mediche, ma anche dall'industria chimica. Per molto tempo l'azienda ha coperto con acquisti esterni il proprio fabbisogno di 1.300.000 pallet speciali all'anno. Poi si è rivolta a WEINIG. Oltre a una elevata produttività, la richiesta era improntata a un miglioramento della catena di produzione del valore. A giugno 2017 è stato consegnato a Eppishausen un sistema di taglio ad alta automazione. I componenti centrali sono tre seghe parallele per ottimizzazione OptiCut 260 con ingresso Varioband e orientamento delle lunghezze a valle e un sistema per giunti a pettine Ultra TT per pezzi residui a partire da 150 mm. Le lamelle con giunzione a pettine scorrono poi di nuovo verso la linea di produzione. Bastano tre operatori per produrre fino a 360 pallet ogni ora con un impianto per pallet Corali concatenato ad una linea di produzione ad alte prestazioni. Per un pallet che misura 1.220 x 820 mm questa resa corrisponde a ca. 80 m/ min per il materiale in ingresso alla troncatrice o a circa 30.000 metri lineari per turno. L'impianto viene alimentato da un sistema di impalatura sottovuoto e può gestire fino a tre impilatori con pezzi di tre diverse misure contemporaneamente. La misurazione automatica dell'umidità controlla le tavole prima che siano inviate, attraverso un convogliatore, a una delle tre seghe secondo la dimensione di taglio. Il Dr. Mario Kordt, Amministratore di Weinig Dimter, sottolinea la posizione particolare che WEINIG riveste nel segmento degli imballaggi:"La nostra tecnologia copre in maniera inimitabile un settore che va da aziende di 2 persone all'industria " Grazie alle competenze nei segmenti taglio, incollaggio e scansione il cliente del Gruppo WEINIG ha a disposizione da un solo fornitore tutto ciò che serve per una produzione efficiente e conveniente di pallet e imballaggi in legno.

 

Foto: Situazione Win-Win per il fornitore e per il cliente: Manfred Ness di WEINIG (destra) con il project manager di Tricor Maik Christmann


Maggiori informazioni

Download

Semplice, rapido ed ecologico: altri particolari sono disponibili nel documento PDF scaricabile

Brochure del prodotto CombiPact (PDF, 2 MB)

Dati tecnici

Apri tabella

Video

Impianti per pezzi corti WEINIG